Le cementine,rivestimento tipico della tradizione italiana, sono caratterizzate da colori opachi, sorprendenti pattern geometrico-floreali e ottime prestazioni di posa.

Ragno fa tesoro delle tradizioni reinterpretandole nell’ambiente cucina grazie alle cementine in gres: la ceramica classica viene così ridefinita e attualizzata grazie al design contemporaneo e alle elevate performance prestazionali. I tappeti decorativi modulari, la varietà di soggetti e palette e il sapiente uso dei fondi monocromatici si prestano ad un valido utilizzo per rivestimenti a pavimento e a parete


Cucine in stile vintage
Per chi vuole rivivere le esperienze della cultura decorativa d’inizio secolo, le collezioni Ottocento, Abitare e Contrasti sono la scelta ideale: soggetti come greche, fiori e fregi da abbinare e mixare liberamente a fondi monocromatici. Possono identificare una specifica area della cucina, definire i confini di un angolo pranzo, valorizzare un bancone, un’isola o un fondo para schizzi.

La collezione Ottocento presenta un’interessante palette colori che viene esaltata dai toni polverosi. Le otto varianti di tappeto decorativo - Ambra per i toni caldi e Talco per quelli freddi - evocano atmosfere sofisticate e intime.

Con la collezione Abitare l’accento è tutto sul richiamo ai seminati in graniglia e cemento del secolo scorso. Un unico formato 20x20 cm, opaco, con sei eleganti tonalità da abbinare a otto vivaci tappeti decorativi, per un appeal senza tempo.

 

Cucine a maiolica retrò
Se si desidera donare agli spazi di ristoro un aspetto retrò, la collezione Eden è la scelta ideale. I 2 formati, il mattoncino 7x28 e la piastrella esagonale 21x18,2 sono ideali sia per rivestire pareti che pavimenti. L’aspetto è ceroso e segnato dal tempo, ad esaltare le piccole naturali imperfezioni. Le tinte tono su tono neutre e i pattern di ispirazione romantica sono perfette per assicurarsi un effetto “vissuto” ad alta tecnologia anche in spazi commerciali.

 

Libertà di composizione: piastrelle esagonali
Con la collezione Rewind, invece, è la libertà di composizione a fare da padrona: siamo liberi di sperimentare, rivoluzionando i classici schemi compositivi. 

Le dimensioni e i formati della collezione sono davvero numerosi e, grazie alle piastrelle esagonali con fondi monocromatici caldi e avvolgenti, pattern geometrici e floreali rivisitati in chiave contemporanea, si possono creare accostamenti inusuali e mai scontati.

I colori e le sensazioni tattili differenti garantiscono nuove soluzioni progettuali, per un’estensione della cucina anche all’aperto, un insolito disegno a rivestimento, un mix elegante di tappeti monocromatici.

  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei
  • Rileggere la tradizione in cucina: l’uso delle cementine in grès per progettare ambienti contemporanei